Sequestro 150mila litri falso Verdicchio

L'Ispettorato della Tutela per la Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari di Emilia Romagna e Marche ha sequestrato 150 mila litri di vino bianco venduto in dame da 5 litri e etichettato come Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc, mentre si trattava di vino generico. L'operazione - secondo quanto anticipa oggi il Resto del Carlino - è stata condotta in una Cantina di Cossignano e nella piattaforma di una catena di distribuzione a Monteprandone (Ascoli Piceno) e a Perugia. Il titolare della Cantina è stato denunciato per frode in commercio, con l'aggravante della falsificazione di vino tutelato con marchio Doc. I sequestri sono stati convalidati dalle Procure di Ascoli Piceno e Perugia. L'immissione del vino sul mercato avrebbe danneggiato i produttori di vero Verdicchio, che celebra i 50 anni di Doc, tanto che l'Istituto Marchigiano Tutela Vini si è rivolto ad uno studio legale di Grottammare per le iniziative giudiziarie del caso, compresa l'eventuale costituzione di parte civile.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Nuova Riviera
  2. PicenoTime
  3. La Nuova Riviera
  4. VivereMarche
  5. PicenoTime

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Roccafluvione

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...